Prestiti Bancari a Breve Termine

Finanziamenti a breve termine definizione

I finanziamenti bancari a breve termine vengono solitamente concessi dagli istituti di credito o dalle Banche solo sotto forma di:

  • crediti di firma: quelli in cui la banca si occuperà di pagare eventuali debiti che il cliente ha verso terzi
  • crediti per cassa: quelli per cui il cliente ha a sua totale disposizione una somma di liquidità prestabilita
Leggi:  Prestiti Senza Busta Paga Postepay

Proprio per il fatto che siano finanziamenti a breve termine, tali prestiti bancari sono certamente meno onerosi rispetto ad altre forme che possiamo trovare nel mondo finanziario e presentano tassi di interesse più convenienti e vantaggiosi.

Finanziamenti a breve termine quali sono?

Finanziamenti a breve termine: i Crediti di firma

Secondo questa tipologia di prestiti, la Banca o l’istituto di credito si impegna a saldare il valore del debito che il suo cliente ha maturato nei confronti di una terza persona. In pratica, il cliente che possiede un credito di firma ha delle condizioni vantaggiose in merito all’acquisto di servizi, merci e prodotti. Quali sono tali vantaggi? Il venditore, in caso di mancato pagamento, si potrà rivolgere in qualsiasi momento all’ente erogatore del credito e si vedrà sicuramente rimborsata una somma di denaro pari a quanto ha venduto.

Ma vediamo più nel dettaglio i vari tipi di finanziamenti che rientrano nella categoria dei crediti di firma:

  1. l’avallo
  2. la fideiussione bancaria
  3. il credito documentario
  4. l’accettazione bancaria

Avallo significato

L’avallo si ha quando l’istituto di credito garantisce il pagherò emesso dal suo cliente o una tratta accettata da quest’ultimo. La firma che appone la Banca serve proprio a garantire il buon esito della pratica, facilitando, così, gli scambi commerciali e rendendoli più sicuri in quanto la Banca stessa ha avallato l’operazione.

Fideiussione bancaria

Con fidejussione bancaria si intende il credito di firma per eccellenza. Tale tipologia di prestito è, infatti, il più conosciuto. In questo caso la Banca rilascia una garanzia “a propria firma” con l’obiettivo di fare l’interesse di un cliente a favore di una terza persona. Così facendo, il creditore ha la più totale sicurezza che il proprio credito sarà ripagato o dal debitore principale o, qualora lui non ne fosse in grado, dalla banca che ha garantito l’operazione. 

Credito documentario

Il credito documentario riguarda soprattutto il commercio all’estero. Può essere definito come un impegno non modificabile da parte della Banca (l’emittente) per conto di un compratore (che sarebbe l’ordinante) e a favore di un venditore (il beneficiario) ad effettuare il pagamento dovuto dopo aver presentato la documentazione secondo i termini e le condizioni pattuite tra le parti.

Accettazione bancaria 

Tramite questa tipologia di credito, sulla base di accordi precedentemente sottoscritti tra il cliente e la Banca, il cliente effettua una tratta sulla banca, che è tenuta a sottoscriverla e ad accettarla. A seguito di tale tratta, la Banca ricopre il ruolo di obbligato principale. Ciò permette di ottenere un titolo negoziabile nel mercato finanziario, garantendo anche il venditore estero. La banca, in pratica, funge da garante anche in questa situazione.

Dopo aver visto nel dettaglio i crediti di firma, possiamo procedere esaminando i principali crediti per cassa.

Prestiti bancari a breve termine: i Crediti di cassa

Il credito per cassa, contrariamente al credito di firma, in cui la banca garantisce per conto del cliente, mette a disposizione di quest’ultimo un importo di denaro specifico. I principali crediti di cassa sono:

  1. scoperto di conto corrente 
  2. anticipo sulle fatture e anticipo sulle ricevute bancarie
  3. sconto portafoglio commerciale 

Scoperto di conto corrente

Si tratta di uno dei prestiti bancari a breve termine più diffuso in Italia, autorizzato solo ai clienti che hanno un patrimonio piuttosto facoltoso. Con questo tipo di credito, la banca mette a disposizione del proprio cliente una determinata cifra direttamente sul suo conto corrente. Chi riceve tale liquidità può utilizzarla in più volte, l’importante, infatti, è solo che ci sia un certo equilibrio tra le cifre prelevate e quelle rimesse. Questa tipologia di soluzione è molto vantaggiosa soprattutto per le imprese.

Per aprire questo tipo di credito ci sono due opzioni:

  1. allo scoperto, cioè senza presentare alcuna garanzia
  2. garantita da una ben specifica garanzia come, per esempio, un’ipoteca, un pegno o una fideiussione.

Anticipi su fatture e ricevute bancarie

Questa formula di prestito a breve termine è erogata esclusivamente nel caso di presentazione di determinati documenti. Sono differenti dalle classiche cambiali, perché rappresentano una documentazione certificata che da diritto a riscuotere una certa somma di denaro. L’istituto di credito a suo insindacabile giudizio stabilisce se il cliente è affidabile o no di conseguenza se scegliere o meno di concedere l’anticipo su fatture o su ricevute bancarie (conosciute come RIBA), è molto diffusa questa tipologia di crediti di cassa. Proprio perché è molto utilizzata, l’anticipo su fatture o su ricevute bancarie ha sostituito lo sconto di cambiali.

Sconto del portafoglio commerciale

Anche questo è un tipo di prestito a breve termine, che si basa sullo smobilizzo dei crediti (conversione in denaro) legato alle attività. Con questa forma di prestito bancario a breve termine le banche, che sono il cliente finale, anticipano la somma vantata di un credito verso terzi, anche se questo non è ancora arrivato a scadenza. Solo successivamente sarà obbligatorio riconoscere l’importo che la banca ti ha anticipato e restituirlo.

prestiti bancari a breve termine

Crediti a breve termine

I prestiti bancari a breve termine sono soprattutto utili perché danno la possibilità di risolvere anche determinate esigenze aziendali come: 

  • lo smobilizzo dei crediti
  • l’acquisto di scorte
  • l’anticipo di lavori di ristrutturazione
  • il raggiungimento della certificazione SOA
  • il raggiungimento degli standard di qualità richiesti
  • l’anticipo di contributo per le aziende che beneficiano di agevolazioni fiscali
  • l’anticipo di contributi INAIL
  • prestito per pagare le tredicesime ai dipendenti
  • prestito maternità o gestione gravidanza
  • prestito per malattia di titolari, soci e rappresentanti legale dell’azienda (solo se di sesso femminile)
  • microcrediti di breve periodo
  • prestiti bancari a revoca

Articoli suggeriti

Prestiti Pensionati Quali Sono e Come Scegliere i Migliori Prestiti per Pensionati Sei finalmente arrivato al tanto atteso momento della pensione ma non percepisci una s...
Carte di Debito Carte di Debito : Cosa sono e come scegliere le migliori La carta di debito è una carta che viene rilasciata da un istituto di credito non appena vie...
Prestiti Senza Busta Paga Postepay Tra i diversi prestiti presenti sul mercato senza garanzie, vi sono i Prestiti senza busta paga Postepay. Si tratta di un prestito senza busta paga Po...