Carte di Credito Revolving: Cosa Sono e Come Utilizzarle

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

La carta di credito revolving è uno strumento di pagamento che viene rilasciata da banche e finanziarie ai loro clienti dopo averne verificato l’affidabilità creditizia al momento della richiesta. Chi verrà giudicato idoneo ad essere il possessore di una carta revolving, potrà utilizzare l’importo caricato sulla carta in accordo con l’istituto di credito presso il quale si è rivolto a suo più totale piacimento, per qualsiasi acquisto o spesa desideri fare.

Questa tipologia di carte di credito può anche essere utilizzata per prelevare contanti presso gli ATM, proprio come avviene con i normali bancomat. In questo modo non ci si dovrà più preoccupare di avere sempre del contante con sé perché sarai libero di fare prelevamenti ogni giorno in totale sicurezza.

Carte revolving cosa sono

La differenza sostanziale che caratterizza le carte di credito revolving on line rispetto alle altre carte di credito è la modalità in cui avviene il rimborso della cifra spesa. Mentre, di solito, l’importo utilizzato deve essere rimborsato in un’unica operazione, con le carte di credito revolving, invece, si può fare anche ratealmente. Questa possibilità è estremamente vantaggiosa per il possessore di una carta revolving perché permette di pagare con estrema flessibilità a rate, senza dover sborsare cifre troppo elevate in un unico momento.

carte di credito revolving

Potrebbe interessarti leggere anche: “Carta Aura Findomestic” / “Carte di debito

Carte di credito revolving online: modalità di rimborso

Il plafond che hai a disposizione sulle carte revolving on line va sempre rimborsato. Nel caso delle carte di credito revolving, come dicevamo anche prima, può avvenire secondo due modalità:

  • a saldo, come avverrebbe per qualsiasi carta di credito
  • a rate completamente personalizzabili in base alle proprie necessità e alla propria situazione finanziaria. L’unico vincolo che deve essere rispettato è il rimborso minimo, che viene prestabilito nel momento della sottoscrizione del contratto con gli istituti di credito.

Man mano che paghi le rate mensili di rimborso, il credito che avevi originariamente a disposizione e che hai utilizzato per le tue spese si ricostituisce e potrai riutilizzarlo fin da subito per nuovi acquisti.

Richiesta carta di credito revolving online

Per effettuare la richiesta carte revolving, puoi fare domanda sia online sul sito della banca o della finanziaria a cui desideri affidarti, sia direttamente in filiale parlando con un operatore.

Nel momento in cui richiedi informazioni o stai per firmare il contratto, devono esserti mostrati i tassi di interesse TAN e TAEG che vengono applicati e che matureranno nel corso del finanziamento. Tali interessi, in genere, sono molto elevati anche se sono previsti solo sulle parti di liquidità disponibile realmente utilizzata. Ciò significa che, se non utilizzi il denaro a tua disposizione sulla carta revolving on line, non dovrai pagare nessuna percentuale di interesse.

Come ottenere carte di credito revolving senza conto corrente

Vediamo adesso come fare per richiedere le carte revolving senza conto corrente.

Ottenere una carta di credito revolving senza conto corrente non è affatto semplice perché per averne una è necessario dimostrare di avere una buona affidabilità creditizia, la quale viene attentamente valutata dall’istituto di credito. Proprio per questo motivo saranno quasi sicuramente ritenuti non idonei a possedere una carta di credito revolving

  • protestati
  • cattivi pagatori
  • segnalati CRIF
  • chi è senza busta paga fissa

Leggi anche: Carte di credito senza conto corrente” e “Carte di credito senza busta paga

Migliori carte di credito revolving

Ci sono davvero numerose soluzioni di carte di credito revolving online e, spesso, capire quale sia la migliore o semplicemente quella più adatta ai nostri bisogni può essere complicato.

Di seguito puoi trovare un elenco dei fattori da tenere in maggiore considerazione nel momento in cui devi compiere la scelta finale e decidere a chi affidarti:

  • Importo massimo di spesa, ovvero il plafond disponibile ogni mese
  • Tasso di interesse TAN e TAEG
  • Quota annuale di possesso e gestione carta
  • Costi aggiuntivi