Assegno di Mantenimento e Cessione del Quinto

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Approfondire l’argomento riguardante cosa succede in caso di assegno di mantenimento e Cessione del Quinto è importante perché fin troppo spesso i clienti non sanno se sia possibile richiedere il prestito di cui hanno bisogno mentre sono obbligati per legge a versare una cifra mensile destinata a mantenere la famiglia.

In effetti su questo punto va fatta chiarezza perché non si tratta di un argomento semplicissimo.

Come funziona il pagamento nel caso in cui ci fosse da rimborsare un prestito tramite Cessione del Quinto ma anche da versare una parte del proprio stipendio al coniuge? A quanto ammonta l’importo massimo erogabile in un caso e nell’altro? Vediamolo insieme di seguito.

Cessione del Quinto e assegno di mantenimento in contemporanea: si o no?

Potrebbe verificarsi il caso in cui un cliente che abbia richiesto o voglia richiedere un finanziamento tramite Cessione del Quinto si trovi già nella condizione di dover pagare un assegno di mantenimento mensile, che di fatto è un vero e proprio pignoramento riguardante un importo di valore stabilito per legge in base alle proprie possibilità economiche che dev’essere girato al coniuge per aiutarlo nel mantenimento dei figli in caso di divorzio o separazione.

Quando ciò si verifica, a quanto ammonta l’importo che deve essere versato come assegno di mantenimento e, soprattutto, a quanto ammonta la rata mensile che deve essere pagata per rimborsare il prestito?

La Cessione del Quinto e l’assegno di mantenimento possono coesistere ma, nel loro complesso, non possono gravare sulla situazione finanziaria del cliente più di un certo limite.

Attraverso un pignoramento, infatti, il limite massimo che può essere sottratto al proprio guadagno mensile è fissato al 50% del totale. Per valutare questo 50%, nel caso in cui ci sia in corso anche una Cessione del Quinto, si prende in considerazione il guadagno netto mensile già privato dell’importo utilizzato per rimborsare il prestito stesso.

Potrebbe interessarti leggere anche: Cessione del Quinto e pignoramento / Pignoramento del Quinto dello stipendio

Assegno di mantenimento e Cessione del Quinto

Calcolo importi in caso di assegno di mantenimento e Cessione del Quinto

Di seguito mostriamo un esempio pratico per capire meglio a quanto ammonterebbe la quota da versare come assegno di mantenimento nel caso in cui ci sia già in corso una Cessione del Quinto.

Prendiamo per esempio un dipendente privato che percepisca uno stipendio netto di 1.800 euro al mese.

Come si sa, il rimborso della Cessione del Quinto è sempre pari a massimo un quinto del proprio stipendio. Dunque, la rata mensile da rimborsare sarebbe di 360 euro al mese (1.800 : 5 = 360).

Sottraendo il rimborso della Cessione allo stipendio percepito, rimane disponibile al cliente un importo pari a 1.440 euro (1.800 – 360 = 1.440).

Di questi 1.440 euro, può essere imposto per legge di versarne come assegno di mantenimento solo al massimo il 50%, ovvero 720 euro.

Viceversa, se si desidera calcolare a quanto ammonta la rata mensile massima trattenibile per rimborsare la Cessione del Quinto bisogna prima sottrarre la quota da versare come assegno di mantenimento e poi dividere l’importo ottenuto per 5.

A tal proposito leggi anche: Calcolo Cessione del Quinto / Come si calcola il quinto dello stipendio