Sostituzione Mutuo

Il mutuo è una forma di prestito che si concretizza con il passaggio di una determinata somma di denaro da un soggetto, il mutuante (di solito una banca o un’agenzia finanziaria), ad un altro, il mutuatario (di solito un privato), che si impegna a restituire l’intero importo pagando delle rate mensili di rimborso. Tali rate sono comprensive della quota capitale di fatto concesso in prestito e della quota interessi che maturano nel corso della durata del mutuo.

Quando ci accingiamo a sottoscrivere un contratto di mutuo dobbiamo scegliere l’importo che ci viene erogato, la durata del piano di ammortamento e anche la tipologia di tasso che vogliamo sia applicato. L’ammontare dei tassi di interesse, invece, varia a seconda dell’istituto di credito a cui ci siamo rivolti, che lo impone a suo piacimento nei limiti previsti per non incorrere in tassi usurai.

Leggi:  Mutuo Prima Casa

Sostituzione Mutuo: Consigli ed Approfondimenti

Ma cosa fare se, poco dopo aver firmato il contratto in modo ufficiale, ci dovessimo accorgere che il mutuo scelto non si adatta alle nostre necessità o non è il più economico e grava troppo sulla nostra situazione finanziaria? C’è un’opzione estremamente utile a tal proposito che è la sostituzione del mutuo. Si tratta di una soluzione che ci dà la possibilità, in modo gratuito e in qualsiasi momento del piano di ammortamento, di chiudere il contratto in corso, estinguendo il debito, e di stipularne un altro.

Leggi:  Mutuo BPM Tasso Variabile

La sostituzione del mutuo, a differenza della surroga, permette l’apertura del nuovo mutuo anche presso un istituto di credito differente.

Qual è lo scopo della sostituzione del mutuo? Sono svariati i motivi per cui dovremmo pensare di ricorrere a questa soluzione, in particolare per:

  • variare la durata del mutuo
  • cambiarne il tipo di tasso
  • chiedere una somma aggiuntiva (grazie all’opzione sostituzione mutuo più liquidità)
  • modificare i soggetti intestatari o partecipanti al mutuo
  • cambiare l’immobile ipotecato a garanzia del mutuo

sostituzione mutuo

Sostituzione Mutuo: benefici fiscali

Se si decide di estinguere il vecchio mutuo per accenderne uno nuovo più economico e vantaggioso, l’importo elargito dovrà necessariamente essere inferiore alla quota capitale residua, con l’aggiunta di tutte le spese e i costi legati all’apertura e alla gestione della pratica.

Leggi:  Rinegoziazione Mutuo

Sostituire il mutuo, infatti, prevede l’avvio di un nuovo iter di stipulazione del contratto e, per quanto l’intestatario del finanziamento rimanga lo stesso, non è possibile ricorrere a procedure semplificate. E’ proprio per questo motivo, che, nella maggior parte dei casi, gli istituti di credito concedono esclusivamente l’opzione mutuo sostituzione più liquidità.

Ciò va a vantaggio anche del mutuatario che, in questo modo, potrà godere di un aumento della somma che viene concessa da destinare a spese improvvise o programmate già da tempo e al consolidamento di debiti pregressi.

Articoli suggeriti

Come Risparmiare sul Mutuo Scopri Subito Come Risparmiare sul Mutuo! Se stai pensando di richiedere un mutuo, potrebbe essere utile leggere questo approfondimento in cui prendi...
Mutuo Inpdap Caratteristiche del Mutuo Inps ex Mutuo Inpdap Per acquistare una casa bisogna sempre mettere in preventivo un grosso sforzo economico e, purtroppo, ...
Surroga del Mutuo Surroga Mutuo Cos'è e come decidere se è il momento giusto Di solito chi vuole acquistare un immobile o ristrutturare la propria casa non ha la liqui...
Mutuo BPM Tasso Variabile Mutuo BPM Tasso Variabile: l'offerta di Banca BPM Mutuo La nuova proposta di mutuo Banca BPM offre a tutti coloro che ne fanno richiesta vantaggi inc...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *