Come Risparmiare sul Mutuo

Scopri Subito Come Risparmiare sul Mutuo!

Se stai pensando di richiedere un mutuo, potrebbe essere utile leggere questo approfondimento in cui prendiamo in considerazione tutti i principali fattori da valutare per decidere quale sia il mutuo migliore da scegliere e come risparmiare su di esso.

  1. Lo spread, che, sommato all’Euribor o all’Irs, indica a quanto ammonterà il tasso d’interesse finale. Ciò significa che più lo spread sarà basso, più saranno bassi anche l’importo delle rate mensili da rimborsare e quello degli interessi, e viceversa.
  2. Euribor ed Irs. Sono degli indici che, al loro variare, influenzano la percentuale di tassi variabili e fissi e, di conseguenza, anche l’importo delle rate da rimborsare. Questi indicatori, che variano in base al valore del mercato creditizio, fanno capire se è più conveniente accendere un mutuo a tasso fisso piuttosto che uno a tasso variabile.
  3. Le spese aggiuntive che, in modi differenti, tutte le banche e finanziarie impongono. Tali spese, ad esempio quelle di apertura o gestione pratica e quelle assicurative, vengono conteggiate all’interno del TAEG e, proprio per questo motivo, ridurle fa di conseguenza abbassare anche il costo totale del mutuo.
  4. La durata. Un piano di ammortamento ridotto nel tempo ci farà affrontare rate mensili di rimborso più elevate ma anche tassi di interessi più economici e vantaggiosi; al contrario, una durata del mutuo molto dilungata nel tempo ci farà risparmiare sulle rate da rimborsare, che saranno più basse, ma imporrà tassi di interesse TAN e TAEG più elevati.
  5. L’importo. Le opzioni di sostituzione o modifica del mutuo permettono di cambiarne anche l’importo. Si hanno a disposizione due opzioni: si può richiedere una restituzione anticipata del capitale prestatoci, oppure si può chiedere di ottenere della liquidità in più rispetto al capitale residuo.
Leggi:  Mutuo Prima Casa

come risparmiare sul mutuo

Risparmiare sul mutuo con la sostituzione

La sostituzione del mutuo permette di scegliere nuove condizioni contrattuali, sia a livello di durata del finanziamento, che di tassi di interesse imposti o di capitale prestato. La sostituzione può essere fatta scegliendo delle nuove condizioni, ma sempre tra quelle proposte dall’istituto di credito al quale ci siamo originariamente rivolti.

Per la stipula del nuovo contratto di mutuo è necessario firmare un nuovo atto ed estinguere quello preesistente.

Se si desidera, invece, scegliere le condizioni offerte da una nuova banca o nuova finanziaria, dobbiamo scegliere l’opzione di surroga del mutuo.

Leggi:  Mutuo Inpdap

Risparmiare con la surroga

Con la surroga del mutuo, come abbiamo già anticipato, il mutuo viene di fatto trasferito da un ente creditore ad un altro. In questo modo il debitore avrà la possibilità di scegliere nuovi parametri e nuove condizioni del mutuo, senza bisogno che questo venga estinto e poi riaperto.

L’opzione di surroga è totalmente a costo zero per il cliente e può essere richiesta da chiunque voglia ottenere migliori condizioni economiche, a patto che l’importo sia pari a quello del capitale residuo che deve ancora essere rimborsato.

Leggi:  Surroga del Mutuo

Articoli suggeriti

Mutuo Inpdap Caratteristiche del Mutuo Inps ex Mutuo Inpdap Per acquistare una casa bisogna sempre mettere in preventivo un grosso sforzo economico e, purtroppo, ...
Mutuo Prima Casa Come scegliere il Miglior Mutuo Prima Casa e quali elementi tenere in considerazione L'acquisto della prima casa è il momento più atteso e sognato da...
Mutuo BPM Tasso Variabile Mutuo BPM Tasso Variabile: l'offerta di Banca BPM Mutuo La nuova proposta di mutuo Banca BPM offre a tutti coloro che ne fanno richiesta vantaggi inc...
Rinegoziazione Mutuo Cos'è la Rinegoziazione Mutuo? Se hai da poco deciso di sottoscrivere un mutuo per acquistare un immobile nuovo o ristrutturare la tua abitazione, si...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *