Rinegoziazione Mutuo

Cos’è la Rinegoziazione Mutuo?

Se hai da poco deciso di sottoscrivere un mutuo per acquistare un immobile nuovo o ristrutturare la tua abitazione, sicuramente ti sarai accorto della vastissima varietà di offerte che è possibile reperire online o presso le numerose banche e finanziarie che erogano questo tipo di prodotto creditizio. Proprio per questo motivo, può capitare di fare una scelta che solo troppo tardi ci accorgiamo non essere quella migliore per noi o la più conveniente sul mercato.

Ecco che qui entra in gioco la Rinegoziazione del Mutuo, una soluzione molto utile che permette di cambiare le condizioni del mutuo acceso in precedenza per vedersi applicare tassi d’interesse TAN e TAEG più vantaggiosi.

Leggi:  Mutuo Inpdap

rinegoziazione mutuo

Perché fare richiesta rinegoziazione mutuo?

Quando qualcuno decide di rinegoziare un mutuo, di solito lo fa nella speranza di trovare, e quindi di poter usufruire, condizioni contrattuali migliori o per poter scegliere un importo degli interessi più basso e una durata più consona alla propria situazione economica personale.

Nonostante il fatto che rinegoziare un mutuo possa sul momento sembrare la soluzione migliore, ti consigliamo di valutare attentamente questa scelta. Prolungare la durata del finanziamento, infatti, sebbene comporti una rata mensile di rimborso minore e quindi risulti più economico, potrebbe essere un impegno troppo dispendioso nel corso di tutto il piano di ammortamento perché il tasso di interesse da pagare sarebbe sempre più elevato.

Leggi:  Surroga del Mutuo

Ti consigliamo, dunque, se necessario, di ricorrere all’aiuto di consulenti esperti del settore prima di prendere una decisione avventata in completa autonomia.

Dopo quanto si può rinegoziare il mutuo

Chiedere la rinegoziazione è sempre gratuito per il cliente, che può farla in qualsiasi momento inviando una raccomandata all’istituto di credito presso il quale ha sottoscritto il mutuo originario.

Attenzione a non confondere la rinegoziazione del mutuo con la surroga. Mentre nel primo caso, come abbiamo detto, è possibile solo modificare le condizioni generali del mutuo in corso, come interessi e durata del piano di ammortamento, ma è necessario mantenerlo presso lo stesso istituto finanziario, nel secondo, è possibile anche scegliere una nuova banca o finanziaria.

Leggi:  Mutuo Prima Casa

Articoli suggeriti

Come Risparmiare sul Mutuo Scopri Subito Come Risparmiare sul Mutuo! Se stai pensando di richiedere un mutuo, potrebbe essere utile leggere questo approfondimento in cui prendi...
Sostituzione Mutuo Il mutuo è una forma di prestito che si concretizza con il passaggio di una determinata somma di denaro da un soggetto, il mutuante (di solito una ban...
Mutuo BPM Tasso Variabile Mutuo BPM Tasso Variabile: l'offerta di Banca BPM Mutuo La nuova proposta di mutuo Banca BPM offre a tutti coloro che ne fanno richiesta vantaggi inc...
Mutuo Inpdap Caratteristiche del Mutuo Inps ex Mutuo Inpdap Per acquistare una casa bisogna sempre mettere in preventivo un grosso sforzo economico e, purtroppo, ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *