Prestito con Contratto a Progetto

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Per chi lavora in un’azienda solo saltuariamente e a chiamata in base a quelle che sono le esigenze dei progetti che devono essere portati avanti potrebbe essere difficile ottenere un prestito personale. In effetti chi non ha un reddito fisso e costante ha molte meno possibilità di vedersi erogare la liquidità di cui si ha bisogno. In questi casi, però, potrebbe essere una buona alternativa quella di percorrere la strada del prestito con contratto a progetto o del prestito con contratto di collaborazione.

Di seguito cercheremo di capire di che cosa si tratta, come funzionano e quando possono essere richiesti questi particolari tipi di finanziamento che, seppure con qualche difficoltà, potrebbero essere concessi per affrontare delle spese urgenti e improvvise.

Prestiti con contratto a progetto: in cosa sta la difficoltò ad ottenerli?

Ma perché potrebbe risultare così complicato chiedere un prestito personale con contratto a progetto?

Trattandosi di un rapporto di lavoro limitato nel tempo e finalizzato solo alla realizzazione di un particolare progetto, il guadagno percepito è anch’esso limitato solo alla durata del progetto. Gli istituti di credito non sanno cosa potrebbe succedere al richiedente una volta terminato il lavoro ma vogliono avere la certezza che il cliente sia in grado di rimborsare il finanziamento ottenuto. Questa certezza, purtroppo, però viene meno in quanto non vi è la garanzia di un reddito fisso e continuato nel tempo.

Si pensi, per esempio, all’ipotesi in cui, una volta terminato il lavoro a progetto o a collaborazione, il richiedente che ha contratto il prestito non trovi nessun’altra proposta di lavoro. Il rischio di un possibile episodio di ritardo nei pagamenti e addirittura di insolvenza aumenterebbe, ma banche e finanziarie vogliono per sicurezza evitarlo.

A tal proposito leggi anche: Prestito senza reddito dimostrabile

Richiedere un prestito con contratto a progetto

Nonostante questa premessa non sia proprio delle migliori, ti consigliamo comunque di tentare di avanzare la tua richiesta di finanziamento.

I contratti a progetto e di collaborazione sono a tutti gli effetti paragonabili a dei tradizionali contratti di lavoro a tempo determinato, con i quali è possibile vedersi concedere in prestito a patto che la sua durata sia inferiore alla durata del contratto di lavoro.

Per saperne di più leggi: Prestito con contratto determinato

Stessa cosa, dunque, si verifica nel caso dei prestiti a lavoratori con contratto a progetto. Se, ad esempio, il tuo contratto di lavoro ha una durata di 18 mesi, potrai richiedere un piccolo prestito di 12 mesi, in modo tale che riuscirai a rimborsarlo interamente mentre ancora hai un’entrata reddituale costante. Va da sé che, trattandosi di un piano di ammortamento molto limitato nel tempo, di conseguenza anche l’importo richiedibile non sarà eccessivamente elevato.

Prestito con contratto a progetto

Leggi anche: Prestito liberi professionisti

Finanziamento con contratto a progetto: a chi richiederlo

Sono tanti gli istituti di credito che per venire incontro alle esigenze dei loro clienti hanno deciso di erogare prestiti per lavoratori con contratto a progetto. Tra quelli più affidabili ti consigliamo:

  1. Agos Ducato
  2. Intesa San Paolo, col prestito Superflash che viene erogato anche ai lavoratori atipici

Prestiti con contratto a progetto: alternative valide

Nel caso in cui proprio non riuscissi a trovare un ente creditore disposto a concederti il finanziamento di cui hai bisogno, di seguito ti proponiamo delle valide alternative che sono anche più facili da ottenere: