Prestito Liberi Professionisti

Cos’è il prestito liberi professionisti

I prestiti liberi professionisti e i prestiti per partite iva sono dei finanziamenti richiedibili esclusivamente da tutti quei lavoratori indipendenti che lavorano in proprio nel momento in cui dovessero affrontare delle spese extra programmate o improvvise ma non hanno abbastanza liquidità per farlo.

I prestiti per liberi professionisti possono essere sia prestiti personali non finalizzati che prestiti finalizzati ottenibili solo previa verifica della disponibilità economica e della capacità reddituale del richiedente. Sarai tenuto dunque, a mostrare un documento attestante il debito, solitamente la dichiarazione dei redditi, e trattandosi di liberi professionisti, è molto comune che non sia sufficiente presentare solo l’ultima relativa all’anno in corso ma addirittura le ultime tre. Questo si verifica perché, molto spesso, il guadagno di un mese o di un anno non è mai pari a quello relativo alla mensilità o all’anno precedente e, dunque, gli istituti di credito si assicurano della tua capacità di rimborso valutando un arco temporale più esteso.

I tassi d’interesse TAN e TAEG applicati ad un finanziamento liberi professionisti sono solitamente agevolati rispetto a quanto si verifica per i semplici presti personali e avrai la possibilità di scegliere tra tassi fissi e costanti o tassi variabili, che fluttuano in base alle oscillazioni del mercato creditizio.

Il rimborso, comprensivo sia della parte di liquidità prestata che degli interessi maturati durante tutto il piano di ammortamento, avviene tramite rate mensili addebitate direttamente sul conto corrente dell’intestatario del prestito. Per quanto riguarda, infine, l’importo massimo richiedibile attraverso un prestito liberi professionisti, esso dipende principalmente da tre fattori:

  1. l’istituto di credito al quale ci si rivolge
  2. la situazione economico-finanziaria del richiedente al momento della domanda di prestito
  3. la storia creditizia passata di chi fa richiesta di prestito, ovvero se ha mai ricevuto una segnalazione cattivo pagatore o protestato o se è mai stato segnalato al CRIF

Quali documenti e requisiti servono per avere un finanziamento per liberi professionisti?

Tra i documenti necessari per i finanziamenti liberi professionisti dovrai far avere alla banca o finanziaria cui ti rivolgerai un documento d’identità in corso di validità, la tessera sanitaria per il codice fiscale e le ricevute di pagamento relative a tutte le tasse e le imposte che hai dovuto versare. Tra i requisiti più richiesti, invece, troviamo:

  1. un reddito sufficiente a rimborsare la cifra richiesta tramite il prestito, meglio ancora se tale reddito fosse costante nell’arco del tempo
  2. un certificato che attesti la tua iscrizione ad un albo professionale o ad una camera di commercio per le professioni libere

prestito liberi professionisti

Richiesta di finanziamenti per liberi professionisti

Se desideri richiedere questo tipo di prestito potrai farlo sia in filiale che online attraverso i siti ufficiali degli enti creditori, i quali, una volta ricevuta la tua domanda, procederanno ad analizzare la tua situazione economico-finanziaria e creditizia per decidere se procedere o meno con l’erogazione del finanziamento.

A proposito dei tempi di erogazione previsti, non sappiamo indicare con certezza un arco temporale oggettivo in quanto essi dipendono dai singoli istituti, che, in linea generale, dovrebbero comunque riuscire a completare tutte le operazioni di verifica nel giro di pochi giorni.

Infine, è utile sapere che i prestiti a liberi professionisti possono essere richiesti anche da chi ha aperto la propria attività da poco tempo e, quindi, è da poco possessore di partita iva e da chi risulta segnalato al CRIF come protestato o cattivo pagatore. In quest’ultimo caso potrebbe capitare che venga richiesta qualche garanzia aggiuntiva come, per esempio, un garante che agisca come fideiussore o un’ipoteca su un immobile di proprietà.

Migliori prestiti per liberi professionisti sul mercato

Tra tutti i finanziamenti liberi professionisti più vantaggiosi e convenienti che puoi trovare sul mercato, ti consigliamo di valutare in particolare:

  1. Valore professioni di Unicredit: si tratta di un progetto realizzato dalla banca insieme a Confprofessioni con l’obiettivo ultimo di sostenere e aiutare il mondo delle libere professioni. Il plafond a disposizione di questo progetto è pari a 500 milioni di euro e ogni libero professionista ne può ottenere fino a 10000 che saranno accreditati nel giro di massimo 48 ore direttamente sul conto corrente dell’intestatario del prestito.
  2. BNL Revolution Professional che mette a disposizione di ciascun richiedente fino a 100.000 euro rimborsabili in 120 mesi
  3. Bancoposta, il quale concede massimo 30.000 euro da rimborsare in massimo 84 mensilità

Se non dovessi riuscire ad ottenere un prestito liberi professionisti, tieni presente che ci sono altrettante valide alternative:

Articoli suggeriti

Come Ottenere Prestiti in 24 Ore Prestiti on line in 24 ore Visti i tempi che di solito banche e finanziarie impiegano per erogare i prestiti personali, sembra impossibile pen...
Come Ottenere Prestiti per Startup? Vorresti creare una startup e avviare la tua attività imprenditoriale ma non hai abbastanza soldi per realizzare questo desiderio? Abbiamo la soluzi...
Prestiti Pensionati Quali Sono e Come Scegliere i Migliori Prestiti per Pensionati Sei finalmente arrivato al tanto atteso momento della pensione ma non percepisci una s...
Prestito Vitalizio Ipotecario Prestito Vitalizio Ipotecario: di cosa si tratta? Il prestito vitalizio ipotecario è una forma di finanziamento che si rivolge a persone con almeno 6...
Leggi:  Prestito Tasso Zero