Mutuo Inpdap

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Per acquistare una casa bisogna sempre mettere in preventivo un grosso sforzo economico ma purtroppo, vista la difficile situazione economica che ci attanaglia in questi periodi, sono poche le persone che dispongono immediatamente di tutto il denaro necessario. Nella maggior parte dei casi, si deve ricorrere alla stipula di un mutuo che ci agevoli nell’acquisto dell’immobile.

Tra tutti quelli proposti dal mercato creditizio ce n’è uno particolarmente conveniente: il mutuo Inpdap.

Caratteristiche del mutuo Inps ex mutuo Inpdap

Si tratta di un particolare tipo di prestito rivolto esclusivamente a dipendenti pubblici e pensionati che hanno lavorato nel pubblico. Conosciuti come mutui Inpdap ma sempre più spesso anche come mutui Inps in quanto i due istituti si sono fusi in uno unico nel 2012, questi prodotti consentono di ottenere sgravi fiscali e agevolazioni particolarmente convenienti e vantaggiose.

Continua a leggere l’articolo per conoscere come farne richiesta, quali sono i requisiti necessari e il tasso mutuo Inpdap che viene imposto.

Potrebbe interessarti leggere anche: Cessione del Quinto Inpdap / Prestiti Inpdap insegnanti

Chi può farne richiesta?

L’Inpdap, attualmente incorporato nell’Inps, offre a tutti i dipendenti pubblici che hanno bisogno di richiedere un mutuo delle soluzioni per l’acquisto della casa a tassi agevolati.

Chi può richiedere un Inpdap mutuo? Possono richiederlo i dipendenti pubblici che, al momento della domanda, hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato oppure i pensionati che hanno aderito alla Gestione Unitaria Autonoma delle prestazioni creditizie e sociali da almeno tre anni nel momento in cui avanzano la loro domanda per poter accedere al credito.

E’ bene sottolineare che tale adesione, secondo quanto previsto dall’articolo 3 bis della legge 222/2007, può avvenire solo su base volontaria e comporta una decurtazione dello stipendio lordo pari allo 0,35% e della pensione lorda pari allo 0,15%. E’ tuttavia prevista un’agevolazione per tutti quei pensionati che percepiscono una pensione inferiore a 600 euro, i quali possono aderire senza l’obbligo di versare alcuna cifra.

Inps mutui: caratteristiche e requisiti per ottenerli

L’unico requisito necessario per poter richiedere un Inps mutuo è quello di non essere proprietari di un altro immobile.

E’ però possibile ottenerlo anche se:

  • si è assegnatari di un immobile di proprietà del coniuge separato
  • si desidera creare un proprio nucleo familiare diverso da quello dei genitori
  • l’immobile che si vuole acquisire si trova ad una distanza di almeno 250 km da un altro immobile di proprietà

In questi casi, però, è possibile ottenere il mutuo solo se all’Inpdap rimangono ulteriori disponibilità economiche per rispondere a casi in più oltre alle domande presentate che hanno la precedenza. Va segnalato, infatti, che i mutui Inps ex Inpdap sono concessi in base a quanto l’ente riesce ad accumulare nel corso dell’anno dagli introiti provenienti dalle iscrizioni dei dipendenti al fondo.

Infine, il mutuo può essere anche cointestato, a patto che entrambi i coniugi siano dipendenti pubblici iscritti al Fondo credito dell’Inpdap. Nel caso in cui un solo coniuge vi sia iscritto, l’abitazione potrà essere cointestata solo se i due hanno la comunione dei beni.

Potrebbe interessarti leggere anche: Rinegoziazione mutuo / Mutuo prima casa / Sostituzione mutuo

mutuo inpdap

Richiesta mutuo Inpdap

Per poter ottenere i mutui Inpdap occorre compilare la propria domanda online sul sito ufficiale dell’Inps.

A differenza di quanto avviene richiedendo un normale mutuo ad una qualsiasi banca o finanziaria, ci sono dei periodi ben precisi per presentare la domanda. L’istituto, infatti, forma delle graduatorie e sono previsti dei termini da rispettare per poter entrare in tali graduatorie.

La domanda può essere presentata in tre periodi dell’anno: dal 1° al 10 di gennaio, di maggio o di settembre. Le domande incomplete o mal completate verranno respinte automaticamente, perciò è bene prestare molta attenzione quando se ne fa richiesta.

Le graduatorie vengono formate in base alla disponibilità economica prevista per la concessione dei mutui. L’ammontare delle disponibilità vengono rese note per via telematica sul sito dell’Inps dalle Direzioni Regionali entro il 1° dei mesi di gennaio, maggio e settembre.

Mutui Inpdap: interessi, durata e importi

Il vantaggio di vedersi concesso questo particolare tipo di prodotto finanziario è la possibilità di godere dei tassi mutui Inpdap, che sono estremamente vantaggiosi e bassi.

Sono due le tipologie di tasso mutuo Inps: quello fisso e quello variabile. La prima tipologia prevede un tasso di interesse costante al 3,75% per tutta la durata del contratto; la seconda prevede un interesse fisso al 3,50% per il primo anno del piano di ammortamento e poi adeguato ogni sei mesi in base all’Euribor maggiorato di 90 punti base.

A tal proposito leggi anche: Mutuo BPM tasso variabile

L’importo massimo finanziato è di 300.000 euro, da rimborsare attraverso rate mensili all’interno di un piano di ammortamento della durata di 10, 15, 20, 25 o 30 anni. Nel momento in cui viene sottoscritto il contratto, si deve anche provvedere alla firma di una polizza assicurativa che garantisca il finanziamento e che protegga dal rischio di scoppio, incendio e fulmini che potrebbero colpire l’immobile oggetto del mutuo per il suo intero valore.

Simulazione mutuo Inpdap – Calcolo mutui Inpdap

Qui di seguito mettiamo a disposizione un tool che permette di fare il calcolo rata mutuo Inpdap. Fare una simulazione mutuo Inps è molto importante per conoscere in modo piuttosto preciso a quanto ammonterà l’importo delle rate di rimborso da affrontare e di quanto matureranno gli interessi TAN e TAEG nel corso del tempo.

Calcola mutuo Inpdap subito e ottieni un preventivo personalizzato!

Calcolatrice credito Calcolatrice ipotecaria
Calcolatrice ipotecariaCalcolatrice credito
%
anni
%
€ all'anno
€ all'anno
%
Mutuo Inpdap 1