Carta di Credito per Protestati: Come Ottenerne Una

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Per protestati, segnalati e cattivi pagatori è piuttosto difficile poter accedere tranquillamente a finanziamenti, prestiti e a tutti gli altri prodotti del mondo creditizio tra cui rientrano anche le carte di credito, che sono difficili da ottenere proprio per la loro caratteristica di essere dei particolari strumenti di pagamento il cui funzionamento è molto simile a quello dei prestiti a breve termine.

Come funziona infatti una carta di credito? L’istituto di credito ti permette di fare tutte le spese che ti servono senza bisogno di saldarle subito in quanto il loro rimborso sarà addebitato direttamente sul tuo conto corrente solo a metà del mese successivo.

E’ possibile ottenere una carta di credito per protestati?

I protestati e cattivi pagatori, essendo categorie di persone che hanno ricevuto segnalazioni al CRIF in seguito a ritardi nei pagamenti o ad episodi di insolvenza che hanno macchiato la loro storia creditizia, vengono considerati soggetti a rischio, motivo per cui banche e finanziarie non sono sicure di concedere loro altri prestiti perché la possibilità che non paghino correttamente i loro debiti è più alta di quanto avviene con altri clienti dal passato finanziario immacolato.

Ma quindi che cosa può fare chi si ritrova in questa situazione? Fortunatamente possiamo dire che al giorno d’oggi non è del tutto impossibile trovare un istituto che si offra di concedere carte di credito per protestati.

Allora vediamo insieme che cosa bisogna fare per richiedere la propria carta.

Richiesta carte di credito a protestati

Come è avvenuto anche relativamente ai prestiti per cattivi pagatori e ai prestiti a protestati, la possibilità di richiedere una carta di credito a protestati e cattivi pagatori oggi non è più un’eccezione così insolita: anche se è molto probabile che ci siano alcune limitazioni in più rispetto a quanto avviene in situazioni normali, sono molti gli istituti di credito che ormai permettono di ottenerne una e questo è un grande vantaggio per queste persone.

Cosa devi fare dunque per poter richiedere la tua carta di credito anche a protestati?

Senza dubbio una delle cose che potrebbe risultare più utile per te è quella di dimostrare che i debiti che hai avuto in passato sono tutti stati saldati, cosa che ti cancellerebbe automaticamente dalle liste delle centrali di rischio e che ti riabiliterebbe immediatamente nella lista di coloro che hanno sistemato la loro situazione creditizia.

Se non riesci a farlo non ti preoccupare perché puoi sempre contare su delle valide alternative alle classiche carte di credito pur godendo delle stesse identiche comodità e degli stessi vantaggi come ad esempio i prelievi di denaro agli ATM o il pagamento sia nei negozi sia online.

carta di credito per protestati

Potrebbe interessarti leggere anche: Carte di credito senza conto corrente / Conto corrente per protestati

Quali sono le alternative disponibili per avere carte di credito protestati?

Di seguito elenchiamo le migliori alternative che hai a disposizione per ottenere una carta di credito anche a protestati e a cattivi pagatori:

  1. Carte di credito ricaricabili, che devono essere ricaricate presso gli sportelli bancari con il denaro contante per poter essere utilizzate. Fino a che sulla carta ci sono soldi potrai decidere di utilizzarla per qualsiasi tipo di spesa, quando poi i soldi saranno esauriti dovrai obbligatoriamente ricaricarli per poter continuare ad utilizzare la carta in quanto con questo prodotto, che viene rilasciato senza bisogno di alcun tipo di garanzia, le banche non ti anticipano il denaro da usare.
  2. Carte di credito revolving per protestati, che hanno un plafond concordato con la banca da rimborsare di volta in volta tramite rate di rimborso minime e periodiche per poterle continuare ad utilizzare regolarmente.
  3. Carte di credito concesse da banche off shore, che sono concesse abbastanza facilmente ma hanno due grandi svantaggi:
    • l’eccessivo costo legato alle operazioni di erogazione della carta stessa, che si aggira in media intorno ai 500-1.500 euro
    • il fatto che, essendo anonime e non essendo specificato chi sia di fatto l’intestatario, spesso non vengono accettate come metodo di pagamento nei negozi