Cessione del Quinto Dipendenti Pubblici

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

La Cessione del Quinto dipendenti pubblici è una delle soluzioni di credito più convenienti e vantaggiose a disposizione di tutti coloro che lavorano in aziende pubbliche o hanno incarichi di tipo statale e hanno bisogno di liquidità per affrontare qualsiasi tipo di spesa o necessità.

Vediamo insieme in cosa consiste di preciso questo tipo di prestito, come può essere richiesto e quali requisiti servono per ottenerlo.

Cessione del Quinto dello stipendio dipendenti pubblici: come funziona?

La Cessione del Quinto è un prestito personale di tipo non finalizzato che può essere richiesto da tutti i lavoratori nel settore pubblico senza bisogno di specificare come, quando e per cosa intendono spendere l’importo ottenuto.

Si tratta di una particolare tipologia di prestito che viene rimborsata tramite rate fisse e costanti, composte da quota capitale e quota interessi, che saranno trattenute direttamente dal guadagno mensile netto del dipendente dal datore di lavoro, il quale le girerà a sua volta all’istituto di credito. L’importo trattenibile è fissato per legge ad un valore pari al massimo ad un quinto (20%) del proprio guadagno mensile.

Il piano di ammortamento è completamente personalizzabile dal richiedente e può avere una durata minima di 24 mesi e una massima di 120 mesi (2-10 anni). I tassi di interesse maturati nel corso del tempo sono fissi per tutta la durata del piano di ammortamento e sono più o meno elevati in base alla velocità di rimborso del prestito: per un piano di ammortamento breve sono previsti tassi TAN e TAEG più bassi ma le rate saranno più elevate, per un piano di ammortamento più lungo sono previsti tassi TAN e TAEG più elevati ma le rate saranno più basse.

Vantaggi Cessione del Quinto dipendenti pubblici

Sono tantissimi i vantaggi che derivano dal richiedere questo tipo di finanziamento:

  1. i tempi di erogazione dell’importo sono molto veloci
  2. il rimborso avviene in modo del tutto comodo e sicuro: essendo trattenuto direttamente dalla busta paga è impossibile pagare in ritardo le rate mensili, cosa che evita di far finire il richiedente in situazioni di insolvenza
  3. il richiedente è tutelato dall’obbligo di sottoscrivere due tipi di polizze assicurative, una di tipo rischio vita e una di tipo rischio impiego, che tutelano anche gli eredi sia in caso di morte prematura dell’intestatario del prestito sia in caso di improvvisa perdita del lavoro (per saperne di più leggi: Cessione del Quinto e assicurazione)
  4. anche cattivi pagatori e protestati possono farne richiesta in quanto, essendo un prestito rimborsato in modo diretto dal datore di lavoro, viene concesso senza problemi anche a chi ha ricevuto segnalazioni al CRIF

A tal proposito leggi anche: Cessione del Quinto per cattivi pagatori

Cessione del Quinto dipendenti pubblici

Cessione del Quinto dipendente pubblico: i requisiti necessari

Per avanzare la richiesta di prestito sono richiesti pochi e semplici requisiti. Il più importante e imprescindibile è che il dipendente abbia un contratto di lavoro di tipo indeterminato e percepisca un reddito fisso e sufficiente a rimborsare le rate previste.

Se hai un contratto di lavoro a tempo determinato potresti leggere: Prestito con contratto determinato

Oltre a questo primo aspetto è importante anche che il richiedente abbia almeno 18 anni.

Per saperne di più leggi anche: Requisiti Cessione del Quinto

Tra i documenti che verranno richiesti ci sono:

  • documento che attesti il reddito
  • documento d’identità
  • codice fiscale

Calcolo Cessione del Quinto dipendenti pubblici

Per conoscere l’importo mensile che va rimborsato è sufficiente fare un breve e semplice calcolo.

Tutto ciò che bisogna fare è partire dal proprio stipendio netto e dividerlo in 5 parti così da conoscere il quinto massimo trattenibile e che verrà utilizzato per ripagare il finanziamento.

Per saperne di più leggi: Calcolo Cessione del Quinto