Finanziamenti Condominiali

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

I finanziamenti condominiali sono la soluzione ideale per chi si trova nella situazione di dover affrontare delle spese di ristrutturazione e miglioramento del palazzo in cui risiede o ha un immobile di proprietà ma ha bisogno di un aiuto economico per sostenere i lavori.

Ma cosa sono e come funzionano di preciso questi tipi di prestito?

Finanziamenti condomini: cosa sono e caratteristiche principali

Questi tipi di prestiti possono essere chiesti sia dagli amministratori condominiali che dai singoli condomini per affrontare spese come:

  • ristrutturazione delle parti comuni del palazzo
  • riqualificazione dell’immobile
  • messa in sicurezza di parti vecchie e non più a norma dell’edificio

Si tratta di un prestito chirografario, per la cui erogazione è sufficiente la firma di chi ne fa richiesta e non sono necessarie garanzie alternative reali o personali.

Grazie ai finanziamenti per lavori condominiali è possibile ottenere un importo calibrato in base all’entità dei lavori che bisogna sostenere e alle proprie possibilità reddituali, così che gli istituti di credito abbiano la garanzia che il rimborso avverrà senza problemi di ritardo nei pagamenti e di insolvenza. Il rimborso avviene tramite rate fisse e costanti e a farsene carico è l’amministratore.

Il tasso d’interesse TAN e TAEG può essere sia fisso che variabile e la scelta di uno o dell’altro spetta ai singoli inquilini.

Finanziamenti condominiali

Potrebbe interessarti leggere anche: Finanziamento fotovoltaico / Prestito ristrutturazione casa

Richiesta prestito condominiale

La domanda per ottenere questo tipo di prestiti può essere inoltrata all’istituto di credito solo dopo che la maggioranza dell’assemblea condominiale, a volte addirittura l’unanimità se la banca o la finanziaria alla quale ci si rivolge lo necessita, si è espressa a favore del finanziamento.

L’istituto di credito, non appena riceve la domanda di richiesta, dovrà esaminare attentamente le condizioni del condominio e fare un’approfondita analisi degli ultimi due bilanci condominiali così da sapere se ci sono inquilini che abbiano ricevuto decreti ingiuntivi, cosa che metterebbe in allarme il creditore ma che non priverebbe i condomini della possibilità di ottenere il prestito di cui hanno bisogno.

In caso di esito positivo e non appena l’ente creditore avrà deciso di erogare l’importo richiesto, l’amministratore dovrà aprire un fondo di garanzia in seguito al quale potranno ufficialmente partire i lavori.

Finanziamenti condominiale: a chi rivolgersi per averne uno?

Sono tanti gli istituti di credito che concedono prestiti condominiali. Tra quelli più affidabili e a cui si sono rivolti più italiani troviamo:

  1. Intesa San Paolo, con i suoi prestiti del valore tra i 10.000 e i 1.000.000 euro da rimborsare in minimo 24 e massimo 120 mesi (2-10 anni) e che arrivano a coprire l’80% della spesa fatta
  2. Creval Restyle, con finanziamenti compresi tra i 20.000 e i 50.000 euro che coprono il totale della spesa effettuata
  3. WeUnit, con finanziamenti fino a 2.000.000 euro da rimborsare in massimo 120 rate mensili (10 anni)
  4. YouGo, un prestito in grado di coprire il 100% della spesa
  5. BNL Green Condominio, un prestito finalizzato che può essere utilizzato solo per spese di efficientamento energetico e che va rimborsato in massimo 60 mesi (5 anni)
  6. UBI Banca, con i suoi finanziamenti di valore compreso tra 10.000 e 40.000 euro e che coprono le spese al 100%