Come si Richiede un Prestito Ristrutturazione Casa?

Il prestito ristrutturazione casa viene chiesto dagli italiani nel momento in cui devono affrontare lavori più o meno grossi per riammodernare e fare delle migliorie tecniche al loro immobile, alcune delle quali, tipo quelle per modernizzare l’impianto energetico, possono anche essere detratte dalle tasse.

Gli interventi che puoi fare utilizzando il tuo prestito per ristrutturazione casa riguardano l’abitazione sia da un punto di vista estetico che strutturale e funzionale e possono essere fatti sia negli ambienti interni alla casa che in quelli esterni e limitrofi, quali giardino o posto auto.

Ma vediamo insieme quali sono le caratteristiche di questo tipo di finanziamenti.

Caratteristiche del prestito ristrutturazione prima casa

I tempi di erogazione di un prestito per ristrutturazione prima casa sono generalmente abbastanza celeri, a meno che non si verifichino imprevisti o problematiche particolari, e la procedura di richiesta è sempre piuttosto rapida da completare.

La somma di denaro ottenuta dovrà essere rimborsata tramite il pagamento di rate mensili comprendenti sia il capitale che ti è stato prestato dalla banca o dalla finanziaria alla quale ti sei rivolto sia la somma degli interessi maturati nel corso del tempo durante il piano di ammortamento, che può avere una durata personalizzabile in base alle proprie esigenze.

Quali sono i vantaggi di un prestito per ristrutturare casa?

  1. contrariamente a quanto si verifica richiedendo un mutuo, non sono previste spese notarili di nessun tipo
  2. non essendoci spese notarili da pagare, il costo complessivo del prestito è generalmente abbastanza basso
  3. non è richiesta alcuna ipoteca da accendere sull’immobile che viene ristrutturato come garanzia del finanziamento

Tra gli svantaggi, invece, che vengono attribuiti ai prestiti ristrutturazione casa segnaliamo:

  1. tassi di interesse più elevati rispetto a quelli che vengono generalmente applicati ai normali prestiti finalizzati e ai mutui, imputabili proprio al fatto che non ci siano garanzie reali per il finanziamento
  2. importo massimo erogabile con limite massimo fissato intorno ai 60.000 euro, limite che, invece, è molto più alto per i mutui
Prestito ristrutturazione casa

Potrebbe interessarti leggere anche: Prestito casa / Prestito vitalizio ipotecario / Prestiti tra coniugi

Richiesta di finanziamento ristrutturazione casa

Se desideri fare richiesta di finanziamento per ristrutturazione casa, devi prima di tutto recarti al comune presso il quale si trova la tua abitazione e parlargli della tua volontà di iniziare dei lavori oltre consegnare un documento firmato da un tecnico per comunicare l’inizio dei lavori (il documento si chiama DIA).

Solo dopo questi passaggi potrai rivolgerti ad un istituto di credito, online o direttamente in filiale, al quale dovrai consegnare tutta una serie di documenti tra cui il tuo documento d’identità, il codice fiscale e un documento attestante il percepimento di un reddito fisso mensile.

In più dovrai avere anche una serie di documenti inerenti il tuo immobile e i lavori che desideri svolgere. Tali documenti cambiano in base ai cambiamenti che vuoi fare all’abitazione:

  1. Se vuoi fare lavori di manutenzione ordinaria, nella quale rientrano tutti i lavori piuttosto contenuti, piccoli e brevi, ti basterà avere solo il preventivo della spesa firmato dall’azienda che farà la ristrutturazione
  2. Se vuoi fare lavori di manutenzione straordinaria, che solitamente riguardano elementi portanti della casa e sono un po’ più consistenti, ti servirà, oltre al preventivo, anche il progetto edilizio
  3. Infine, se vuoi fare lavori che comportano modifiche sostanziali alla conformazione dell’immobile, lunghi e piuttosto grandi, dovrai mostrare il preventivo di spesa, il permesso comunale e il contributo di costruzione

Requisiti imprescindibili per un finanziamento per ristrutturazione prima casa

Parliamo adesso dei requisiti necessari per poter ottenere un finanziamento ristrutturazione prima casa. Solitamente gli istituti di credito necessitano che il richiedente:

  • abbia tra 18 e 75 anni
  • abbia cittadinanza italiana o, in caso sia un cittadino straniero, il permesso di soggiorno
  • percepisca un reddito fisso e dimostrabile
  • sia intestatario di un conto corrente, sul quale sarà accreditato in un’unica operazione l’importo richiesto e saranno addebitate anche le rate mensili di rimborso