Rinegoziazione Cessione del Quinto

Come funziona la rinegoziazione Cessione del Quinto?

Rinegoziare Cessione del Quinto significa di fatto estinguere il vecchio finanziamento che si era sottoscritto al fine di poterne richiedere uno nuovo con condizioni contrattuali più vantaggiose e migliori. Si tratta di un’operazione che banche e finanziarie concedono a tutti i dipendenti, pubblici o privati che siano, e a tutti pensionati che sperano, richiedendo una nuova Cessione del Quinto, di poter trovare una nuova offerta che abbia un piano di ammortamento più dilungato nel tempo e che al contempo conceda loro nuova liquidità. Quali sono i vantaggi che ne derivano? Di fatto, potendo usufruire di un piano di ammortamento con durata più lunga, la rata di rimborso che dovrà essere pagata ogni mese potrà essere più bassa in quanto l’ammontare totale del rimborso viene rateizzato su un arco temporale più lungo. Inoltre, avendo la possibilità di richiedere della liquidità aggiuntiva, avrai a disposizione un importo più elevato da poter utilizzare per qualsiasi spesa tu desideri in quanto, te lo ricordiamo, la Cessione del Quinto è un tipo di prestito non finalizzato che può essere utilizzato quando e come si desidera senza bisogno di alcuna giustificazione.

Regolata dal decreto legislativo 141/10 la Cessione del Quinto rinegoziazione, spesso indicata anche col nome di rinnovo Cessione del Quinto, prevede che gli istituti di credito rimborsino a tutti i loro clienti che ne usufruiscono:

  • la parte di polizza assicurativa che non viene goduta durante le mensilità anticipate del primo finanziamento
  • la quota degli interessi non maturati
  • le spese accessorie che vengono pagate alla stipula del contratto o con la prima rata di rimborso direttamente per tutto il piano di ammortamento ma che, di fatto, non sono state godute interamente

Cessione del Quinto quando si può rinegoziare?

Se, dunque, prima di leggere questo approfondimento ti stavi chiedendo “Si può rinegoziare la Cessione del Quinto?” adesso saprai che la risposta è assolutamente si! Bisogna precisare, però, che ci sono dei requisiti ben precisi affinché una rinegoziazione Cessione del Quinto venga accettata senza problemi dal tuo ente creditore. Quello più importante è aver rimborsato almeno il 40% delle rate che sono state concordate con la banca o finanziaria. Se il tuo piano di ammortamento ha una durata di 10 anni, quindi, potrai richiedere la rinegoziazione solo dopo che sono passati 4 anni in cui hai rimborsato le rate secondo le giuste modalità. Se il tuo piano di rientro ha una durata complessiva di 5 anni, invece, potrai chiedere di rinegoziare dopo che sono passati due anni. Tieni ben presente, tuttavia che per contratti di durata pari o inferiore a 5 anni, la rinegoziazione è possibile solo a fronte della richiesta di un nuovo prestito con durata di 10 anni, cioè 120 mesi. Per capire con precisione quale sia il numero di rate precise dopo il quale è possibile chiedere la rinegoziazione c’è un calcolo piuttosto facile da fare. Praticamente dovrai solamente moltiplicare il numero delle rate totali che il tuo contratto di prestito prevede per 40%, ottenendo così un numero che, se arrotondato per eccesso, ti dà il numero di rate che è necessario rimborsare prima di poter chiedere di rinegoziare la Cessione. Esempio di calcolo rinegoziazione Cessione del Quinto: 48 (rate) x 40% = 19,2 = 20 rate da rimborsare (19,2 arrotondato per eccesso) Potrai decidere liberamente dove aprire il nuovo finanziamento. Se le condizioni che ti offre la tua banca o finanziaria non ti soddisfano, niente ti vieta di rivolgerti ad un altro istituto, anche di un gruppo diverso, sperando che sappia proporti qualcosa di migliore e più conveniente per te e più adatto alle tue esigenze personali ed economiche.

Potrebbe interessarti leggere anche: Requisiti Cessione del Quinto / Motivi di rifiuto Cessione del Quinto / Estinzione anticipata Cessione del Quinto rinegoziazione cessione del quinto

Richiesta per rinegoziare Cessione del Quinto

Non importa se sei un pensionato che sta richiedendo la sua rinegoziazione Cessione del Quinto della pensione o un lavoratore pubblico o privato in cerca di una rinegoziazione Cessione del Quinto dello stipendio, la procedura per farne domanda vale per tutti allo stesso modo.

  1. Avvisa il tuo istituto di credito che vuoi ottenere la rinegoziazione. Per farlo hai molte opzioni a disposizione: recati in filiale di persona, invia una raccomandata firmata, invia una mail PEC o utilizza l’area personale dell’app.
  2. Invia o presenta manualmente tutta la documentazione necessaria e cioè un tuo documento d’identità, il tuo codice fiscale e un documento che possa attestare che sei in possesso di un reddito fisso e dimostrabile.
  3. Attendi che l’istituto di credito faccia tutti i controlli del caso sia sulla tua situazione creditizia personale che sulla tua situazione economica.
  4. Aspetta che la banca o la finanziaria ti invii il preventivo del tuo nuovo finanziamento. Ciò si verifica solo nel caso in cui l’istituto abbia accettato la tua domanda di rinegoziazione e voglia concederti un altro prestito.
  5. Accetta il preventivo o, in alternativa, cerca un nuovo ente creditore al quale rivolgerti.

Rinegoziare la Cessione del Quinto conviene o no?

Chiedere la rinegoziazione Cessione del Quinto può essere una scelta estremamente conveniente per alcuni così come una scelta che non comporta alcun vantaggio per altri, anzi in alcuni casi può addirittura portare solo dei costi ulteriori a causa delle penali che gli istituti di credito potrebbero imporre.

Il vantaggio o meno che ne deriva varia da singolo caso a singolo caso e dipende dalle necessità e capacità economiche di ogni singolo cliente. Per valutare bene la tua situazione è importante fare un’analisi dei costi ed esaminare attentamente il conteggio estintivo delle spese che riguardano la rinegoziazione.