Come Comprare a Rate Senza Busta Paga

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Se desideri comprare a rate senza busta paga devi sfruttare una delle numerose modalità di pagamento che ad oggi i negozi online concedono anche a chi non ha uno stipendio fisso.

Per sapere come poter fare acquisti rateizzati senza busta paga continua a leggere questo articolo in cui elencheremo in modo preciso e dettagliato quali sono i migliori prodotti da utilizzare a questo scopo e le garanzie necessarie per ottenerli.

Fare acquisti a rate senza busta paga: le carte di credito

Una delle modalità più facili e veloci con cui fare spese rateizzate senza busta paga è quello di dare come garanzia la carta di credito.

Ci sono due opzioni a disposizione:

  • la carta revolving, che ti consente di effettuare acquisti pagando subito in negozio il costo totale del prodotto/servizio e solo successivamente rateizzare il debito contratto nei confronti dell’istituto di credito che ti ha rilasciato la carta. In questo caso la rateizzazione può essere di massimo 48 mensilità.
  • la carta di credito normalmente intesa, con la quale puoi pagare direttamente a rate il negoziante. In questo caso la rateizzazione massima è di un periodo di 12 mesi e l’importo necessario al pagamento della rata è prelevato direttamente dalla tua carta mensilmente.

Acquisto rateizzato senza busta paga con addebito sul conto corrente

Una valida alternativa per comprare a rate senza busta paga in negozio è quello di addebitare le rate mensile direttamente sul conto corrente bancario.

Nella maggior parte dei casi questa metodologia di pagamento è gestita tramite un particolare servizio chiamato PagoDil, offerto dalla società francese Cofidis.

Sono numerosissimi i negozi che hanno deciso di collaborare con Cofidis, ma altrettanti sono quelli che offrono ai loro clienti la possibilità di pagare a rate senza busta paga dando come garanzia il conto corrente anche al di fuori di questo servizio.

In entrambi i casi gli acquisti addebitati direttamente sul conto corrente prevedono una rateizzazione di massimo 24 mesi e dei requisiti e documenti ben precisi:

  • documento d’identità
  • iban del conto corrente
  • residenza in Italia
  • codice fiscale

comprare a rate senza busta paga

Comprare a rate senza busta paga grazie ad un garante

Un’altra soluzione per fare acquisti a rate senza busta paga è utilizzare il prestito con garanzia, che prevede la firma di un garante che si faccia carico di rimborsare al posto tuo le rate previste nel caso in cui tu non riuscissi più a pagarle per motivi economici o personali.

Il garante dovrà per ovvie ragioni rispondere a tutti i requisiti necessari al fine di vedersi concedere un prestito personale e cioè:

  • reddito fisso e dimostrabile tramite busta paga o cedolino pensionistico
  • minimo 18 e massimo 70 anni d’età
  • residenza in Italia
  • conto corrente bancario intestato

Acquisti a rate senza busta paga con altra fonti di reddito

Chi non dispone di una busta paga regolare ma ha comunque delle entrate annuali dimostrabili attraverso la dichiarazione dei redditi può utilizzarle per comprare a rate senza busta paga.

E’ questo il caso dei liberi professionisti, dei lavoratori autonomi o stagionali, ma anche di chi ha un guadagno da rendite alternative, quali potrebbero essere un affitto o un investimento particolarmente redditizio.

A tal proposito leggi anche: Prestito liberi professionistiPrestito per lavoratori autonomi

Affinché ti sia concessa la possibilità di fare acquisti rateizzati senza busta paga dovrai mostrare al negozio presso il quale stai comprando o alla finanziaria che anticipa per te l’importo alcuni documenti:

  • documento d’identità
  • codice fiscale
  • CUD o 730 relativi all’anno precedente
  • conto corrente intestato

Prestito per fare acquisti senza busta paga: quali sono i beni acquistabili

I beni acquistabili a rate anche senza una busta paga sono di vario tipo.

Nella maggior parte dei casi le spese da affrontare rateizzate sono quelle che comportano un grosso dispendio economico e, proprio per tale motivo, richiedono la necessità di suddividere l’importo da pagare in rate piuttosto che saldare tutta la cifra in un’unica volta. In questa categoria di prodotti rientrano:

Tuttavia, sempre più spesso, al fine di venire incontro alle esigenze del consumatore, è possibile anche suddividere le spese relative a oggetti non eccessivamente costosi.