Cessione del Quinto Senza TFR

Cessione del quinto senza TFR: di cosa si tratta

Per poter ottenere un prestito ci sono dei requisiti a cui bisogna necessariamente rispondere e delle garanzie da mostrare alla banca o alla finanziaria alla quale abbiamo fatto domanda. Nel caso in cui si trattasse di un finanziamento tramite Cessione del Quinto, una delle garanzie richieste è il TFR accumulato durante il periodo passato all’interno del posto di lavoro.

In pratica, il TFR (trattamento di fine rapporto) è una somma di denaro che viene data al dipendente privato ogni qual volta cessi il suo rapporto di lavoro con l’azienda. Ma perché il TFR può fare da garanzia? Ciò avviene perché un prestito tramite Cessione del Quinto prevede che la rata venga rimborsata trattenendo direttamente 1/5 dello stipendio netto dalla busta paga, ma, in caso di perdita del posto di lavoro, gli istituti di credito possono rivalersi sul TFR per recuperare tutto o almeno parte del denaro che il debitore non potrà rimborsare.

Ma cosa succede se si è stati assunti da poco tempo e non si è ancora riusciti ad accantonare abbastanza TFR o se si è ricorso ad anticipi del TFR? E’ comunque possibile richiedere una Cessione del Quinto no TFR?

Cessione del Quinto senza vincolo TFR

Ovviamente si, è possibile ottenere prestiti con Cessione del Quinto anche se non si è in possesso del TFR necessario. Per farlo, come avviene per tutti i prestiti non finalizzati, non ci sarà neanche bisogno di giustificare perché stai facendo la richiesta di finanziamento e come intendi spendere la liquidità che otterrai o quando.

Gli unici vincoli che ti saranno imposti sono:

  • non poter richiedere una cifra eccessivamente elevata, ma rimanere su un importo medio-basso
  • lavorare per un’azienda con almeno 16 dipendenti

Quest’ultimo punto dipende dall’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, secondo cui in un’azienda con più di 16 lavoratori è prevista la reintegrazione del soggetto sul posto di lavoro. Ciò è un punto fondamentale per gli istituti di credito che si vedono ulteriormente ridotto il rischio di insolvenza per perdita del lavoro da parte di chi ha sottoscritto il finanziamento e, quindi, erogheranno tranquillamente la liquidità richiesta.

Cessione-del-Quinto-Senza-TFR

Richiedi subito un preventivo Cessione del Quinto o fai una simulazione cessione personalizzata

Chi può chiedere prestiti cessione del quinto senza TFR?

Questa tipologia di prestito può essere richiesta da tutti i lavoratori che, oltre a lavorare per un’impresa abbastanza grande, hanno:

  • contratto a tempo indeterminato
  • assunzione da almeno 3 mesi
  • contratto di lavoro in un’azienda di capitali (S.p.a., S.r.l., S.a.p.a.)

Importo ottenibile con la Cessione del Quinto senza TFR

Infine, cerchiamo di valutare quanto è possibile ottenere tramite un prestito con Cessione no TFR.

Facendo un esempio molto rapido, un dipendente che ha uno stipendio di 1.600 euro e che desidera rateizzare il suo prestito in massimo 60 mesi, potrebbe arrivare a vedersi accreditata una cifra tra i 12.000 e i 15.000 euro massimo.

Tuttavia, ti ricordiamo che queste cifre sono solo indicative e che, per avere una stima precisa di quanto potrai ottenere, devi farti fare un preventivo dall’istituto di credito al quale intendi rivolgerti. Ci sono, infatti, molti fattori, come per esempio l’età o il sesso, che vengono presi in considerazione nel momento in cui si fa un preventivo di finanziamento.