Prestiti per Ditte Individuali

Preventivo Gratuito e Senza Impegno 

Devi solo compilare il modulo!

Per coloro che desiderano avviare un’attività professionale in proprio o apportare migliorie tecniche e strutturali a quella che hanno già avviato in passato ma hanno bisogno di liquidità per farlo, i prestiti per ditte individuali sono una delle più convenienti soluzioni di credito.

Ma di che cosa si tratta e come funzionano di preciso questi tipi di prestiti? Come possono essere richiesti e quali requisiti bisogna soddisfare per poterli ottenere? Di seguito daremo tutte le informazioni necessarie per riuscire ad averli senza alcun problema.

Come funziona un prestito per ditte individuali?

Come abbiamo già anticipato, i prestiti per ditte individuali sono dei prestiti vantaggiosi e super convenienti che vengono concessi per fondare e avviare imprese o ditte che hanno un unico titolare, sul quale ricade tutta la responsabilità giuridica, ma in cui possono lavorare anche altre persone o per fare ristrutturazioni e apportare miglioramenti in quelle già avviate.

Una delle tipologie in assoluto più convenienti sono i finanziamenti a fondo perduto per ditte individuali, i quali sono erogati dall’unione Europea, dagli Stati o dalle Regioni per favorire e incentivare lo sviluppo economico tramite l’avvio di nuove aziende. I grandissimi vantaggi di questi tipi di finanziamento sono:

  • la possibilità di rimborsare solo una parte della cifra richiesta, mentre la restante parte è interamente a carico dell’Ente che ha concesso il prestito
  • la possibilità di usufruire di tassi d’interesse TAN e TAEG molto più bassi rispetto a quelli imposti coi tradizionali prestiti personali

A tal proposito leggi anche: Finanziamenti a fondo perduto / Prestiti convenienti

In alternativa è possibile anche richiedere un prestito per aziende individuali ricorrendo a normali prestiti. Anche in questo caso il rimborso avviene tramite rate fisse e costanti per tutta la durata del piano di ammortamento ma il richiedente è tenuto a ripagare l’intero importo ottenuto senza alcuna agevolazione.

Tra gli istituti che offrono questo genere di prestiti ti segnaliamo:

  1. Poste Italiane, a cui ci si può rivolgere per i prodotti “Fido affari”, “Prontissimo affari” e “Impresa 50” (Prestiti Poste Italiane)
  2. Unicredit, che offre il prodotto “Linea imprendo” (Prestiti Unicredit)
  3. BNL con il finanziamento “Revolution imprese” (Prestiti BNL)

Prestiti per ditte individuali

Potrebbe interessarti leggere anche: Prestiti aziendali

Richiesta prestiti ditte individuali

La richiesta di prestito può essere avanzata solo dal titolare, il quale deve obbligatoriamente possedere:

  • partita iva
  • regolare iscrizione da almeno un anno al Registro delle Imprese

Sia che si desideri richiedere un finanziamento a fondo perduto sia che si opti per un prestito personale più classico, è necessario mostrare il proprio business plan, in cui si spiega nei minimi dettagli quale sia il proprio progetto di attività e quali sono le spese che si ha intenzione di affrontare. Inoltre, andranno preventivati in modo piuttosto preciso i guadagni che ci si aspetta di ottenere dall’avvio della nuova attività.

In Italia i finanziamenti a fondo perduto vengono gestiti da Invitalia, che si impegna a incentivare lo sviluppo di aziende soprattutto nelle aree più arretrate del Paese e in cui c’è un maggiore tasso di disoccupazione. In questo caso i prestiti vengono erogati previa partecipazione ad uno dei numerosi bandi che escono sul sito ufficiale di Inviatalia e solo per chi soddisfa i giusti requisiti:

  • essere maggiorenne
  • essere disoccupati
  • essere residenti in Italia
  • avviare un’azienda con sede legale e operativa in Italia

Leggi anche: Prestito liberi professionisti / Prestito per lavoratori autonomi / Prestiti aziendali

Quali spese sono consentite grazie ai prestiti a ditte individuali

L’azienda che si vuole avviare può operare in qualsiasi settore professionale senza limitazioni, ma le spese che possono essere affrontate con l’importo ottenuto sono limitate a:

  • acquistare attrezzature e/o macchinari
  • acquistare beni immateriali
  • comprare e/o ristrutturare immobili che ospitano l’azienda
  • pagare canone di locazione e utenze
  • acquistare brevetti e software

E’ fondamentale che la liquidità ottenuta tramite i prestiti aziende individuali venga utilizzata solo ed esclusivamente per spese legate all’attività e non di carattere personale.