Prestito Ipotecario

Il prestito ipotecario, conosciuto anche come credito ipotecario o mutuo ipotecario, è la migliore soluzione per chi desidera ottenere un finanziamento senza avere la garanzia della busta paga o del reddito fisso.

Questo tipo di prestito, infatti, rientra nella tipologia dei prestiti senza busta paga, per i quali è sufficiente mostrare di avere delle garanzie alternative a quelle solitamente richieste per i normali prestiti personali, in primis la presenza di una busta paga.

Come dice la parola stessa, per ottenere un prestito ipotecario senza reddito ti basterà avere la possibilità di accendere l’ipoteca su un immobile di tua proprietà che non sia già stato ipotecato. La banca o la finanziaria alla quale hai deciso di rivolgerti avrà il diritto di rifarsi su questo immobile nel momento in cui tu facessi ritardi nei pagamenti o non dovessi pagare del tutto le rate di rimborso. E’ proprio per tale motivo che l’immobile è in sé una garanzia sufficiente a sostegno del debito: gli istituti di credito, se dovessi risultare insolvente, possono impossessarsi della tua abitazione e rivenderla per rientrare nella cifra che avresti dovuto rimborsare ma che non hanno riavuto.

Caratteristiche del prestito ipotecario sulla casa

L’importo ottenibile grazie ai prestiti ipotecari dipende molto dall’istituto di credito al quale ti rivolgi e, soprattutto, dal valore dell’immobile che viene ipotecato. In effetti deve esserci sempre un valore quasi pari tra l’abitazione e la cifra che richiedi in prestito alla banca.

Il rimborso del prestito ipotecario viene effettuato a rate e il periodo utile per ripagare varia a seconda del piano di ammortamento che decidi di sottoscrivere. In media, il periodo minimo è di 5 anni mentre quello massimo è di 25. Ovviamente dalla lunghezza del piano di ammortamento dipende anche l’ammontare delle rate di rimborso che dovrai pagare.

Solitamente gli istituti di credito tendono a concedere abbastanza facilmente i prestiti ipotecari in quanto hanno la garanzia dell’immobile sempre a disposizione. Sempre per lo stesso motivo, anche i tassi di interesse imposti dalle banche e dalle finanziarie tendono ad essere più economici e competitivi rispetto a quelli che maturano nel corso dei classici prestiti tradizionali.

Prestiti ipotecari: documenti e requisiti necessari

Prima di concedere un finanziamento ipotecario, gli enti creditori, pur avendo la garanzia dell’ipoteca, fanno controlli anche sulla tua posizione economica e finanziaria. Proprio per questo, tra i documenti necessari da recapitare alla banca troviamo un documento di reddito come la busta paga o un contratto di lavoro.

Oltre a questo, come per tutti i i tipi di prestito, verranno richiesti anche:

  • documento d’identità in corso di validità
  • codice fiscale

E’ una caratteristica esclusiva dei finanziamenti ipotecari, invece, quella di dover mostrare la proprietà al 100% dell’immobile che viene ipotecato. Se non sei l’unico intestatario dell’immobile è fondamentale presentare in forma scritta anche la volontà degli altri proprietari della casa di ipotecare il bene.

prestito ipotecario

Per cosa richiedere il prestito ipotecario?

Sono tre i tipi di prodotti creditizi che rientrano nel prestito ipotecario:

  1. prestito vitalizio ipotecario
  2. mutuo casa
  3. mutuo liquidità

Da questo piccolo dettaglio capiamo che sono tantissimi i motivi per cui qualcuno potrebbe voler richiedere un prestito ipotecario senza busta paga. Che sia per toglierti uno sfizio a cui stai pensand0 da ormai troppo tempo o per affrontare una spesa urgente che non avevi programmato ed è capitata all’improvviso, potrai sempre contare su questo particolare finanziamento. Molto spesso il prestito ipotecario viene utilizzato anche come surroga o sostituzione di un mutuo che era già stato sottoscritto in passato e che, per qualsiasi motivo, non ci soddisfa più o come prestito consolidamento debiti.